Zucca

Zucca - Cucurbita maxima


Appartengono alla famiglia delle cucurbitacee tutte le varietà di zucche, alimentari e decorative.

Sono piante annuali, dal portamento strisciante, con fusto che può arrivare fino a 6 metri di lunghezza. Se trova un sostegno, si arrampica!

Incerta e sconosciuta l'origine della zucca. Conosciuta da moltissime delle civiltà antiche - dai greci agli egiziani, agli africani... - arrivò a noi in Europa portata da Colombo.

Inizialmente considerato come "piatto dei poveri", la zucca ha conquistato a poco a poco le tavole di tanti rinomati ristoranti, diventando piatto ambito e caratteristico in moltissime varianti. Ma sono state anche le proprietà nutritive di questo ortaggio ad attirare l’attenzione degli esperti - un'alta percentuale di proteine, e forse non a caso era un alimento caro ai contadini! Cfr. anche la tabella più sotto.


La zucca e Halloween


Non si può non parlare di questa tradizione che è giunta anche in Italia. Cosa ha a che fare la zucca con i morti?

Una prima risposta risiede nel suo contenuto. I tantissimi semi contenuti nella loro polpa ne fanno simbolo di resurrezione dei morti.
L'usanza di tenere un lume all'interno delle zucche vuote, ad Halloween, ha origine da una leggenda irlandese. Jack è un poco di buono, ubriacone quanto furbo, e riesce a farla in barba al diavolo che voleva prendersi la sua anima. Quando Jack muore, a causa dei suoi peccati, non viene accolto in Paradiso, ma quando bussa alle porte dell'Inferno, nemmeno il Diavolo lo vuole, e lo scaccia lanciandogli un tizzone ardente. Jack lo prende e perché non si spenga lo mette all'interno di una rapa. Comincia così il suo eterno vagabondare in attesa del giorno di Giudizio. Quando gli irlandesi emigrarono in America a causa della carestia - siamo nel 1845 - qui sostituirono alla rapa della leggenda, la zucca - in America più comune e facile da trovare.
L'usanza di tenere una zucca con un lumino acceso al suo interno nella notte di Halloween ha lo scopo di indicare all'anima errante di Jack (e di tutte le anime dannate) di non entrare in quella casa.


Zucca e Jack Skeletron
Jack Skeletron in Nightmare before Christmas di T. Burton
Tantissime zucche

Caratteristiche

Semina, coltivazione e raccolta

È una pianta poco esigente, che si adatta a vari tipi di terreno. Esige un clima caldo con temperature tra i 18° e i 28°C.

È necessario annaffiarla bene per ottenere buoni frutti, e perché questi siano più grossi è bene cimare la pianta. Si seminano a dimora nell'orto tra aprile e maggio.

Anche se il suo andamento è strisciante, con opportuni pali riesce a diventare rampicante.
Le zucche si raccolgono tra settembre e novembre.

Curiosità

La zucca è un frutto ricco di simbologie, sia orientali che occidentali. Nelle culture orientali la zucca è un simbolo della cultura divina (ad esempio tra i cinesi e i Dogon dell’Africa), mentre nel mondo europeo e occidentale alla zucca viene attribuito un significato magico ed esoterico (ad esempio in Bosch e nelle arti alchemiche del ‘500) e a volte negativo (zuccone). In molti dipinti rinascimentali viene raffigurata in qualità di recipiente per le bevande o come attributo della speranza delusa e della stupidità.

Per approfondire l'argomento vi consiglio la lettura del mio ebook, dove potrete trovare anche una breve bibliografia sull'argomento.

La zucca è molto resistente a malattie e ad attacchi di parassiti.
In alcuni casi può essere mangiata dalle limacce e la malattia più comune di questo frutto è il mal bianco.

Le zucche si prestano a mille ricette diverse, in diversi Paesi del mondo. Oltre alla polpa se ne consumano anche i semi. Al forno, cotta, nei risotti e nelle minestre, al vapore, fritta, gratinata... non c'è che l'imbarazzo della scelta.
In Europa la zucca inizialmente era un cibo solo per contadini. Oggi con la zucca si fanno prelibate ricette degne dei migliori chef.
Una volta pulita e tagliata, la zucca può essere conservata in congelatore.
Tra le sue proprietà: contrasta diabete e sovrappeso e aiuta a prevenire i disturbi all'apparato urinario.

Tabella ripartizione percentuale degli elementi [riferita alla zucca gialla]

Fonte: INRAN - Istituto Nazionale di Ricerca per gli Alimenti e la Nutrizione

Proteine: 24%
Lipidi: 5%
Carboidrati: 71%
Zuppa di zucca gialla

Una ricetta "storica"


Nel suo libro La scienza in cucina e l'arte di mangiar bene (1891), Pellegrino Artusi ci offre la ricetta per la Zuppa di zucca gialla che riporto qui sotto.

Zucca gialla, sbucciata e tagliata a fette sottili, un chilogrammo. Mettetela a cuocere con due ramaiuoli di brodo e poi passatela dallo staccio. Fate al fuoco un intriso con grammi 60 di burro e due cucchiaiate rase di farina, e quando avrà preso il colore biondo fermatelo col brodo; aggiungete la zucca passata e il resto del brodo che basti per sei persone. Poi versatelo bollente sopra a dadini di pane fritto e mandate la zuppa in tavola con parmigiano grattato a parte. Se farete questa zuppa a dovere e con brodo buono, potrà comparire su qualunque tavola ed avrà anche il merito di essere rinfrescante.
... e buon appetito!

Le consociazioni con la zucca

Leggi nelle tabella quali colture possono essere messe accanto alla zucca e quali è meglio non accostare.

LA ZUCCA Sta bene insieme a... Non metterlo insieme a...
  Granturco Patate
  Nasturzio