Guida impianto di irrigazione giardino

Realizzare un impianto per irrigare il proprio giardino potrebbe essere più semplice di quanto pensi, ma per farlo hai necessità di ricevere alcune informazioni che troverai qui di seguito.




Seguendo questa guida pensata proprio per te, non avrai più problemi con il tuo giardino e potrai averne anche tu uno rigoglioso, compatto, senza buchi e omogeneo.

Tutto il materiale necessario, potrai acquistarlo nei negozi di ferramenta specializzati o in negozi di giardinaggio, ma anche online su siti specializzati, come gogoverde.it.


Prendere le misure

Per costruire un buon impianto di irrigazione, è fondamentale che tu abbia un'idea chiara del tuo giardino e per fare questo devi partire dalla rilevazione delle misure precise del tuo spazio verde.

Una volta prese, è opportuno riportarle tramite un disegno dettagliato in scala su un foglio di carta a quadretti, magari disegnando anche tutto quello che si trova al suo interno, quindi tutte le piante, la siepe, le aiuole o l'orto che hai sicuramente bisogno di irrigare, ma anche quello che non ha necessità di ricevere acqua.

Ovviamente non è richiesta una precisione millimetrica degna di un buon architetto, è possibile valutare una misura di circa cinque cm di tolleranza. Infine è altrettanto importante rilevare e riportare sul disegno tutti i dislivelli (considerati tali quelli che superano i 50 cm), l'esposizione al sole trovando i punti cardinali sulla piantina.


Progettare le linee di irrigazione

Utilizzando delle matite colorate, inizia a disegnare sulla tua piantina le parti del giardino che hanno necessità di un tipo di irrigazione rispetto ad un altro (a pioggia, a goccia, eccetera). Quando avrai finito questa distinzione, inizia a inserire nel disegno gli irrigatori differenziandoli disegnandoli in maniera differente e riconoscibile.

Tieni conto di inserire gli irrigatori non solo in base alla necessità delle piante, ma anche in base alla grandezza del settore di giardino da irrigare. A questo proposito, ti tornerà utile conoscere i differenti tipi di irrigatori, ma soprattutto il loro raggio di irrigazione.

A questo proposito, è molto importante sapere che l'irrigatore andrà posizionato sul lato corto della sezione e che non dovrà avere un raggio di irrigazione maggiore del lato corto, affinché l'acqua non si ritrovi a sbordare.

Gli irrigatori devono essere posizionati prima di tutto su tutto il perimetro e posizionati alla distanza esatta del raggio di irrigazione (ad esempio, se un irrigatore ha un raggio di lavoro di 4 m, il successivo andrà posizionato a 4 m di distanza).


Selta del tipo di irrigatore

Una volta progettata la piantina, potrai passare alla scelta dei differenti irrigatori in base al raggio di lavoro, alla portata di acqua e alla modalità di irrigazione.


Suddivisione delle aree

Il passo successivo è quello di dividere il giardino in differenti aree e le relative modalità di irrigazione per ogni settore. Per identificare queste aree, devi fare attenzione innanzitutto che ogni settore riceva la stessa portata di acqua e questo accade difficilmente se utilizzi tutti i dispositivi su una sola linea: ti servirà, quindi, dividere l'impianto in più linee.

Poi bada bene a non posizionare mai sulla stessa linea differenti tipi di irrigatori in quanto hanno modalità e tempi diversi (questo ti porterebbe a rischiare di avere un settore irrigato in maniera disomogenea).

Valuta bene anche l'esposizione al sole, in quanto le aree molto esposte alla luce solare sono quelle che più facilmente rimangono asciutte rispetto alle altre ombrose.

Infine ti consigliamo di basarti anche sulle esigenze idriche delle piante e di raggrupparle in settori in cui la portata dell'acqua risponda alle loro esigenze. Se, ad esempio, decidi di creare un piccolo orto, ricordati di posizionarlo nel settore in cui posizionerai degli irrigatori adeguati che verranno attivati quando necessario.


Realizzazione dell'impianto

Quando il disegno in scala del tuo impianto di irrigazione ti soddisferà, potrai passare al momento della realizzazione vera e propria.

In questo momento, dovrai approvvigionarti di tutto quello che ti sarà necessario: centralina, attacchi, tubi, irrigatori, eccetera.

Ricordati bene di calcolare la portata dei tubi in cui verrà trasportata l'acqua per permettere una pressione adeguata ed un trasporto ottimale dell'acqua.

Ricordati anche di acquistare irrigatori prendendo visione preventivamente della prestazione di quelli statici e dinamici.